Fentanyl

Il Fentanyl è un antidolorifico più economico dell’ Oxycontin e più letale dell’ eroina, oltre ad essere la principale causa della crisi da oppioidi in cui versa il Massachusetts, in una nuova fase più distruttiva.

Sebbene non sia una nuova droga, il Fentanyl ha recentemente varcato la soglia delle farmacie, fino ad arrivare a circolare liberamente in strada. Contrabbandato illegalmente negli Stati Uniti dal Messico, l’antidolorifico può essere venduto da solo, mascherato da pillole soggette a prescrizione, oppure tagliato come eroina. Ed è così potente che anche quantità minuscole possono uccidere.

Come una recente indagine del Globe ha dimostrato, l’eroina e gli oppioidi da prescrizione hanno creato un mix tossico soprattutto nel Massachusetts, generando in tandem nel 2014 un picco storico di casi di overdose. https://www.bostonglobe.com/metro/2016/05/01/heroin-and-prescription-opioids-form-especially-toxic-mix-mass/WejrwoaMOjM1vQFD9ov2GK/story.html

Ulteriori analisi hanno evidenziato come il Fentanyl  abbia ricoperto un ruolo chiave in questa crescita esponenziale. Più dell’ Oxycontin, del Vicodin, e di altri comuni antidolorifici oppioidi, il Fentanyl, assieme all’eroina, ha reso la crisi da oppioidi del Massachusetts “particolarmente letale”.

Il Fentanyl è oggi la causa di circa metà di tutti i decessi correlati agli oppioidi che si verficano nel Massachusetts, ed è anche la causa di ciò che rende l’epidemia da oppioidi esplosa in tale Stato”diversa” dal resto del paese.

han-2015-10-26-fentanyl-reports-in-nflis-by-state-july-december2014

Qual’è il livello di pericolosità del Fentanyl?

Il Fentanyl è un potente antidolorifico ad azione rapida, utilizzato dai medici per aiutare i pazienti sottoposti ad intervento chirurgico o alle prese con un forte dolore.

A partire dal 2013, una versione consumer del farmaco ha iniziato a prendere piede in Massachusetts. E nel giro di un anno, il Fentanyl è diventato un killer, fino ad arrivare ad essere, assieme all’eroina,  la principale causa dei decessi da overdose registrati in tutto lo Stato.

Tale esplosione dei decessi dovuti al Fentanyl fornisce un motivo in più per accantonare l’idea che la crisi da oppioidi del Massachusetts sia dovuta agli “oppiacei semisintetici” come l’ossicodone, la morfina e l’idrocodone. Le iniziali indagini svolte del Globe hanno infatti rivelato come le overdose da oppiacei per i quali è necessaria una prescrizione medica, siano in evidente calo, e che se si separano le overdose da Fentanyl dalle altre, appare ancora più evidente la prevalenza di queste ultime.

In Massachusetts il tasso di mortalità correlato agli oppiacei semi-sintetici da prescrizione si è solo discostato dal suo valore medio degli ultimi dieci anni.

Al contrario, la stragrande maggioranza dei decessi per overdose verificatisi nello Stato sono stati causati dall’ eroina, dagli oppiacei sintetici come appunto il Fentanyl, o da una loro combinazione.

Ciò è in netta controtendenza rispetto al resto del paese, dove – fino ad ora almeno – solo circa il 20 per cento dei decessi da oppioidi coinvolgono Fentanyl e gli altri oppioidi sintetici.


Il Fentanyl ed il futuro

La maggior parte dei dati disponibili stato per stato e relativi ai decessi da oppiacei, si ferma al 2014. Ma tutti gli indicatori lasciano intendere come il Fentanyl abbia continuato la sua furia letale anche nel 2015.

Un documento informativo preparato dal National Drug Early Warning System ha riferito di un possibile aumento, per il 2015, dei decessi da Fentanyl, in diverse località quali il Main, San Francisco e Philadelphia – in corrispondenza di segnali relativi ad un incremento nel commercio illegale dell’antidolorifico in tutto il paese.

Nel Massachusetts le ultime cifre fornite dal Dipartimento di sanità pubblica sono ugualmente allarmanti. In tutto lo Stato, oltre il 50 per cento di tutte le vittime da overdose del 2015 sulle quali sono state effettuate analisi tossicologiche, hanno rivelato tracce consistenti di Fentanyl nel loro organismo.

L’aspetto positivo è che, al di là del Fentanyl, vi sono segnali di un rallentamento generale delle overdose in Massachusetts. Tra il 2014 e il 2015 il numero di decessi da overdose da oppiacei nello Stato in questione è aumentato di circa il 10 per cento – aggregando quelli da eroina, da metadone, da oppioidi sintetici come il Fentanyl, e semi-sintetici come l’ OxyContin. Ciò rappresenta un segnale positivo rispetto all’incremento del 30-50 per cento rilevato negli ultimi anni.

Tuttavia, senza una totale eliminazione del fenomeno è difficile risalire alla causa di tale rallentamento. Che l’eroina abbia perso un po’ del suo fascino mortale? O forse l’enfasi degli enti statali sul monitoraggio delle prescrizioni ha favorito una riduzione del già basso livello di decessi da farmaci da prescrizione? Oppure potrebbe darsi che i casi di overdose siano in realtà in aumento rispetto al passato, ma che i decessi stiano rallentando a causa della maggiore disponibilità del farmaco capace di invertire gli effetti di un’overdose, il Narcan.

Per il momento è difficile rispondere con certezza a queste domande. Quello che sembra chiaro, però, è che i contorni della crisi da oppioidi che ha coinvolto il Massachusetts siano mutati ancora una volta. E che il Fentanyl rappresenta una minaccia crescente.

* La categoria di “oppioidi sintetici” comprende anche altri farmaci come il Tramadol, ma il Fentanyl sembra essere quello responsabile dell’ondata di decessi.

http://www.bostonglobe.com/metro/2016/05/16/cheap-plentiful-deadly-fentanyl/1cKq3EXscBWVtyL7hzmQDO/story.html?s_campaign=8315#most-viewed

Trad cm

Advertisements