buzzi

A seguito dell’inchiesta denominata mafia Capitale, l’Autority contro la corruzione (Anac) ha chiesto alla Procura di Roma gli atti relativi all’assegnazione da parte della municipalizzata dei rifiuti romana, AMA, di una serie di appalti. Si tratta in particolare di un appalto concesso nel 2013, relativo all’attività di raccolta differenziata porta a porta, e di un altro, concesso nel 2011, relativo allo smaltimento dei rifiuti organici dei mercati, delle mense e delle attività di ristorazione.

Gli appalti in questione sono stati aggiudicati in parte al Consorzio Nazionale Servizi, che annovera tra i suoi associati anche le cooperative di Salvatore Buzzi, e in parte alla cooperativa Edera, facente capo invece a Franco Cancelli. Ed è proprio quest’ultimo, secondo le intercettazioni del Ros, ad essere contattato da Buzzi, in relazione alla spartizione di alcuni lotti relativi ad un’altra gara AMA, ancor prima del suo svolgimento.

(cm)

Advertisements