Ponte malnome

Intervento ieri dei carabinieri del Nas, a seguito della denuncia del deputato M5S, Stefano Vignaroli. Il pm Galanti sospetta il reato di disastro colposo dietro alla chiazza di petrolio fuoriuscita dalla raffineria Total-Erg, il giorno dell’esondazione del Rio Galeria.

Ieri mattina i carabinieri del Nas si sono recati nella Valle Galeria a seguito della denuncia presentata alla Procura della repubblica, dal deputato M5S Stefano Vignaroli. L’esondazione del Rio Galeria ha causo, nei giorni del nubifragio, la fuoriuscita di una macchia di petrolio dall’impianto di raffinazione della Erg-Total.

Si ricorderà che quello stesso giorno, l’esondazione investì anche il piazzale dell’inceneritore di rifiuti ospedalieri di Ponte Malnome, causando la dispersione dei rifiuti ospedalieri stoccati sul piazzale nei giorni seguenti l’intera area investita dai due diversi rifiuti tossici, venne posta sotto sequestro dai vigili urbani.

I carabinieri hanno il compito di verificare se il petrolio ed i rifiuti ospedalieri sversati nei campi circostanti agli impianti di raffinazione e di incenerimento, abbiano prodotto dei danni ambientali, ed anche di individuare, se ce ne sono, delle precise responsabilità.

Il pm Galanti dovrà verificare se sussistono i presupposti per il reato di disastro ambientale colposo. L’area della Valle Galeria posta sotto sequestro dai vigili misura complessivamente 12 ettari, tutti destinati alla coltivazione ed al pascolo di bestiame.

I tecnici dell’Arpa che sono intervenuti nei giorni scorsi per verificare, con carotaggi nel terreno, il tipo di sostanza inquinante ed il livello di penetrazione che avrebbe raggiunto, presenteranno a breve i risultati delle loro analisi.

Divampano intanto le polemiche tra i comitati locali dei residenti e l’AMA, quest’ultima accusata di avere colpevolmente lasciato abbandonati sul piazzale dell’impianto di incenerimento, rifiuti ospedalieri e medicine scadute particolarmente pericolosi.

La società Roma Petroli, a cui apparterrebbe l’impianto di raffinazione della Erg-Total sarebbe invece accusata dai residenti di avere colpevolmente ritardato gli interventi per porre in sicurezza l’area, a seguito della fuoriuscita del petrolio.

Questa mattina il senatore Massimo Cervellini di SEL, ha presentato un’interrogazione parlamentare diretta al ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, chiedendogli di riferire in aula al più presto sull’accaduto. (cm)

Annunci