Falcognana

Dopo il sindaco Marino anche il ministro Orlando abbandona l’ipotesi del sito di Falcognana come discarica sostitutiva a Malagrotta. La soddisfazione del comitato dei residenti

Roma- A seguito delle recenti affermazioni del sindaco Marino circa l’abbandono dell’ipotesi di Falcognana come possibile sostituto di Malagrotta, ieri è stata la volta del Ministro Orlando che ha dichiarato definitivamente decaduta la scelta del sito di Falcognana. In effetti il ministro era stato scettico sin dalle prime fasi della proposta del sito, nonostante la scelta del commissario Sottile.
In seguito, essendo venute meno le condizioni che avevano dato luogo all’emergenzialità, il ministro ha avuto la possibilità di valutare con maggiore tranquillità. In precedenza l’ormai ex presidente del comitato contro la discarica di Falcognana, Alessandro Lepidi, aveva scritto al Presidente della Rupubblica chiedendo la rimozione del commissario straordinario, Goffredo Sottile, per il modo discutibile con il quale aveva gestito tutta la vicenda dell’emergenza rifiuti.
Nel comunicato diffuso attraverso la stampa il comitato Am.Be.Com, dichiara:
“Il successo ottenuto ci riempe di orgoglio e di soddisfazione, soprattutto perchè arriva in un momento storico caratterizzato da un’accesa contrapposizione politica, percepita dall’opinione pubblica come una deriva delle istituzioni democratiche. Ebbene, proprio in questo contesto di riferimento, la vittoria è stata ottenuta grazie all’ampia partecipazione popolare dimostrata negli oltre cinque mesi di lotta.” (cm)

Advertisements