ROMA – Il principe e l’attrice uniti contro il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro e la sua decisione di trasformare il comune di Corcolle (in provincia di Roma) in una nuova Malagrotta con discarica. Peccato che a due passi da Corcolle si trovi l’area archeologica di Villa Adriana, residenza imperiale fatta costruire da Adriano tra il 118 e il 138.

I difensori di Corcolle sono Urbano Barberini (all’anagrafe Sforza Barberini Colonna) e Franca Valeri, “signorina snob” e “Sora Cecioni” degli anni Sessanta.

Il prefetto Pecoraro vorrebbe sopperire alla chiusura della discarica di Malagrotta con una nuova a Corcolle. Ma Barberini e Valeri hanno già preparato un manifesti (“No alla discarica in area archeologica”) e sono pronti a portare il caso in Europa.

“Ci hanno contattato diversi giornalisti europei chiedendoci spiegazioni su come fosse possibile una discarica a due passi da uno dei siti archeologici più famosi del mondo — ha detto al Corriere della Sera Urbano Barberini —. Siamo fiduciosi che riusciremo a risolvere questa cosa senza essere costretti all’ennesima brutta figura europea”.

http://www.blitzquotidiano.it/

Advertisements