Percolato finiva in fiume Alli, impianto resta in attivita.

CATANZARO – I carabinieri del Noe hanno sequestrato la discarica di Catanzaro in localita’ Alli. Nell’inchiesta che ha portato al sequestro sono indagati Stefano Gavioli, amministratore della societa’ che gestisce l’impianto; Loris Zerbin, direttore tecnico; ed Antonio Garrubba, dipendente tecnico operativo.Durante le indagini e’ emerso che il percolato prodotto dalla discarica finiva nel fiume Alli e successivamente in mare. L’impianto restera’ aperto perche’ affidato a 3 tecnici nominati dal Gip.

ANSA

Annunci