Un po’ a sorpresa, mentre si svolgeva la commemorazione della Giornata del Ricordo alla Provincia di Milano, 26 sindaci della Brianza, del Bergamasco e del Milanese hanno protestato contro il raddoppio del
termovalorizzatore di Trezzo d’Adda. “E’ una protesta legittima – ha detto il presidente del Consiglio provinciale Bruno Dapei – i primi cittadini chiedono un atto del Consiglio. Tutte le forze politiche vanno richiamate al loro senso di responsabilità perché, dicendo di no a qualsiasi opzione, qualcuno poi rimane col cerino in mano. Gli amici di Trezzo sono preoccupati perché i continui no sull’ipotesi di un’altra localizzazione potrebbe portare di nuovo a realizzare questo impianto nel loro territorio”. “Il piano rifiuti – ha aggiunto Dapei – fissa il fabbisogno e poi fa una mappa di dove non si possono fare impianti. Non è una scelta che compete alla Provincia che però fa il piano che permette o meno di fare l’impianto. Ci chiedono di rivedere il piano fatto dalla precedente amministrazione che non li garantisce”.

Fonte: radiolombardia.it

Annunci