NAPOLI. Lo spettro dell’emergenza rifiuti torna ad allungarsi in maniera preoccupante sulla città di Napoli. Ieri 1.200 tonnellate di immondizia giacevano per le strade del capoluogo campano, viste le difficoltà di sversamento alla discarica di Chiaiano e agli impianti di Stir. Ed è di nuovo scontro tra il Comune e la Regione. Da Palazzo San Giacomo vengono segnalate le difficoltà di conferimento, ma l’assessore regionale Giovanni Romano replica duramente: «Il Comune di Napoli non fa nulla, né differenziata né le stazioni di trasferenza. L’unica emergenza, da quel fronte, mi sembra quella delle lamentele. Noi, al contrario, stiamo profondendo il massimo sforzo per risolvere i problemi ». Intanto, oggi il Parlamento europeo voterà le risoluzioni della sinistra e della Lega nelle quali si chiede il congelamento “sine die” dei fondi, pari a 145 milioni di euro, destinati all’emergenza rifiuti in Campania. Ed è scontro tra gli schieramenti politici presenti a Strasburgo.

Fonte: ilroma.it

Annunci