Il servizio «porta a porta» esteso anche ai locali pubblici
La soddisfazione di Garrisi:«E’ un ulteriore passo»

LECCE – Carta, plastica, lattine. Quanta se ne produce, come rifiuto, nelle scuole e negli uffici pubblici? Una grande quantità, che fino a oggi veniva gettata via insieme a tutti gli altri rifiuti senza possibilità di recupero per il riciclaggio. Adesso, però, si pone rimedio a questo spreco grazie alla raccolta differenziata organizzata dal Comune di Lecce e dalla società Axa.

L’INIZIATIVA – Entro il mese di gennaio, infatti, come annuncia il vice sindaco, con delega all’Ambiente, Gianni Garrisi, anche nelle scuole (non soltanto quelle di proprietà comunale) e negli uffici pubblici sarà possibile conferire i rifiuti separatamente grazie alla raccolta differenziata porta a porta. L’annuncio è stato dato appunto da Garrisi ieri mattina. «È un ulteriore passo – afferma l’assessore – verso la realizzazione completa del servizio in tutto il territorio leccese». Dall’inizio dell’anno il Comune e il gestore del servizio di igiene urbana (Ecotecnica Srl-Axa Srl) hanno avviato il progetto relativo alla rimodulazione del servizio di rifiuti solidi urbani e della raccolta differenziata con la trasformazione del sistema multi materiale in mono materiale. Il nuovo servizio nelle scuole e negli uffici, dunque, si inserisce in questo progetto. Nella seconda metà del mese di gennaio, l’Axa, che delle tre società di gestione del servizio rifiuti è quella che si occupa in particolare del comune capoluogo, consegnerà in comodato gratuito i contenitori per la raccolta della carta e della plastica e delle lattine in ogni istituto scolastico e in ogni ufficio pubblico. Ogni martedì ci sarà il ritiro della carta e del cartone, ogni giovedì quello di plastica, lattine e alluminio in generale.

IL COMMENTO – «La raccolta differenziata porta a porta nelle scuole e negli uffici pubblici di Lecce – si legge in una nota dell’ufficio stampa di Palazzo Carafa, da ieri affidato al giornalista Antonio Greco che ha preso il posto di Danilo Siciliano – fa seguito al servizio avviato con successo nei giorni scorsi al cimitero e alla zona industriale di Lecce, nonché all’ampliamento da uno a due giorni la settimana del servizio porta a porta nel centro storico e nel rione San Pio». L’obiettivo, naturalmente, è quello di estendere il servizio di raccolta differenziata porta a porta a tutta la città.

Francesca Mandese

Fonte: corriere del mezzogiorno

Annunci