Cumuli «festivi» per le strade e fuoco ai cassonetti: la raccolta straordinaria dell’Amia funziona solo in parte

PALERMO – Si è risvegliata tra i rifiuti la città di Palermo dopo il ponte per le festività di Natale: cumuli di immondizia per le strade, soprattutto in periferia; e non sono mancati gli incendi di cassonetti. Il piano straordinario dell’Amia ha funzionato solo in parte, anche se la colpa in alcuni casi è dei palermitani che non rispettano le regole.

PERIFERIA TRASCURATA – La raccolta differenziata nella zona residenziale della città è andata bene, mentre in periferia le cose sono andate diversamente. Da parte sua l’Amia ha reso noto che «un primo momento di difficoltà registrato venerdì notte – quando i mezzi in servizio al 100% si sono riempiti prima della fine degli itinerari a causa dell’enorme quantità di rifiuti prodotta (prevalentemente resti di cenoni e imballaggi di regali) – è stato rapidamente recuperato sabato dai 18 equipaggi del turno mattutino, dagli 11 del turno pomeridiano e dai 21 del turno notturno. Nella giornata di sabato solo il quartiere Bonagia ha registrato disagi a causa dell’indisponibilità di un mezzo; disagi che saranno recuperati entro oggi, assieme ad alcune limitate anomalie verificatesi in altre zone periferiche». Invece, la zona servita dalla raccolta differenziata «porta a porta», che interessa centomila abitanti, si è svegliata senza sacchetti di spazzatura o contenitori da svuotare.

Fonte: Italpress
27 dicembre 2010

Annunci