NAPOLI (21 dicembre) – Oltre il danno, la beffa. A Napoli, i cittadini, pagano la Tarsu più cara d’Italia. E, la classifica messa a punto da Cittadinanzattiva, mette in risalto un ulteriore paradosso: la raccolta dell’immondizia meno funziona e più costa. Intanto la situazione dei rifiuti in città è ormai fuori controllo. Gli Stir sono pieni e i mezzi non sanno più dove depositare l’immondizia raccolta. L’assessore regionale, Giovanni Romano accusa l’Asìa: «Non paga i dipendenti». Ma i sindacati smentiscono l’esponente della giunta Caldoro: «Tutti i lavoratori hanno ricevuto il dovuto».

I turisti, che nonostante crisi ed emergenza rifiuti sono giunti numerosi a Napoli per le festività natalizie, visitano la città compiendo un tour tra i cumuli. E scattano anche foto.

Fonte: il mattino

Annunci