Quella di sabato pomeriggio è stata una importante e “critica” mobilitazione per protestare contro la politica della gestione dei rifiuti. Al corteo, partito da piazza del Gesù e poi snodatosi per le vie del centro di Napoli, hanno preso parte alcune migliaia di persone, tra cui anche intere famiglie. Da un camioncino alla testa del corteo, dotato di megafono, venivano fatti presenti i numerosi punti di questa protesta: l’indignazione per il degrado attuale,come punto principale,l’opposizione netta agli inceneritori campani, la denuncia alle tasse sui rifiuti che non corrispondono al servizio garantito, il sostegno alla protesta di Giugliano e Terzigno.

Il comitato “Cittadini Campani per un Piano Alternativo di Rifiuti”, che ha organizzato questa mobilitazione e che ne organizzerà altre, è apolitica, raggruppa numerose associazioni che si occupano di politiche territoriali, tra cui: il Comitato per salute dell’Acqua Pubblica” (presente alla manifestazione, insieme al suo padrino padre Alex Zanotelli), Movimento Difesa Territorio Vesuvio, CoordinAzione Terzino, Coordinamento Regionale Rifiuti, Rete Campana Salute e Ambiente, Presidio Taverna del Re, WWF Napoli.

Volantini informativi e la viva voce del megafono, hanno accentuato la problematica essenziale di questa emergenza : l’assenza di un impianto di compostaggio, che potrebbe senz’altro aiutare la corretta gestione del problema rifiuti. Le proposte concrete che questo movimento propone, sono risapute, ma spesso prese poco in considerazione: una corretta e capillare raccolta differenziata e il riciclo dei materiali, impianti sul modello di
“Vedelago” per il trattamento del secco indifferenziato, da riutilizzare poi nell’industria plastica ed edilizia, l’istituzione di un osservatorio di controllo delle fasi del ciclo dei rifiuti, ma anche di ricerca e confronto tra i futuri sistemi di smaltimento e recupero, bonifiche ambientali, istituzione del registro regionale dei tumori.

La protesta, è attiva anche sul web: http://www.facebook.com/pages/Io-mi-rifiuto/176386839040626, contro la tassa dei rifiuti: http://www.facebook.com/group.php?gid=86051346554.Su Facebook: “Cittadini Campani per un Piano Alternativo dei Rifiuti”

Gli abitanti di tutta la provincia, di Terzigno, Chiaiano, Giugliano, Acerra, Ponticelli, Pianura e più in generale dell’intera Campania, sconvolti da una politica assente, sono i primi a gridare aiuto a un sistema che chiude gli occhi sulle periferie e sulle campagne, per poi riaprili solo quando la situazione in città è ormai invivibile per i rifiuti in strada: questo è un altro dei temi lanciati dalla manifestazione corale, che ha assunto caratteri critici proprio perché gli organizzatori si sono preoccupati di informare da vicino un numero sempre crescente di persone,creando dibattiti e non facendo cosi morire una tematica che ha bisogno di essere viva tra i cittadini, che sono più determinanti delle politiche di partito.

Fonte: ilgazzettinovesuviano.com

Annunci