Il presidente della Colari e proprietario dei terreni di Malagrotta, candida un altro suo terreno per la nuova discarica: “Abbiamo cominciato a realizzare una vasca per il Cdr. Per noi non ci sarebbero problemi.

Nel dibattito su dove localizzare la discarica che prenderà il posto di Malagrotta, si inserisce una voce che, quando si parla di rifiuti, è sempre bene prendere in attenta considerazione. Stiamo parlando di Manlio Cerroni, presidente della Colari e proprietario dei terreni di Malagrotta. Oggi proprio lui, ribattezzato dai media Re Manlio, ha avanzato la candidatura di un altro suo terreno, non lontano da Malagrotta, tra i territori di Ponte Galeria e Malagrotta stessa. Stiamo parlando di Monti dell’Ortaccio.

In una conferenza sui rifiuti organizzata da Federlazio, Cerroni ha detto: “ La discarica di Monti dell’Ortaccio é pronta. E’ un territorio di 300 ettari che sono nostri. Già qualche anno fa abbiamo cominciato a realizzare una vasca di 500 metri cubi per il cdr. Non ci sarebbero problemi”.

Cerroni ha anche parlato delle nuove tariffe proposte dal piano Polverini: “Finalmente la Regione ha stabilito le tariffe e noi ci adegueremo subito. Per questo ringrazio la presidente Polverini”.

Infine Re Manlio non ha escluso di precludere l’ingresso degli impianti ai camion dei Comuni che non pagano: “Il commissariamento dei Comuni insolventi non serve a nulla. L’unica soluzione è non far scaricare i camion: se non paghi non entri. Non si può continuare così, l’unico modo è far tornare ai Comuni i camion pieni”.

Fonte: romatoday.it

Annunci