TERAMO – La discarica consortile Cerratina di Chieti chiude ai Comuni teramani dal primo dicembre.

Scatterà l’emergenza rifiuti per le cittadine che smaltiscono l’immondizia a Chieti, in particolare quelle della Val Vibrata.

Ai sindaci e alla Poliservice, la società consortile intercomunale che svolge il servizio di igiene urbana della vallata, è giunta una lettera con cui il consorzio teatino annuncia l’indisponibilità ad accogliere i rifiuti teramani.

Il motivo sarebbe legato alla necessità di monitorare il sito della Cerratina per verificare l’inquinamento di una falda dopo che la Provincia di Chieti ha chiesto la messa in sicurezza della stessa discarica.

Se la situazione non verrà risolta subito si rischia una nuova emergenza rifiuti nel Teramano sul cui territorio non esistono discariche disponibili allo smaltimento dell’immondizia.

Il dirigente regionale della gestione rifiuti Franco Gerardini, ha convocato una riunione per martedì mattina auspicando la sospensione temporanea del provvedimento.

“Se scatta l’emergenza in Abruzzo il fenomeno non è controllabile – dice il dirigente a contratto – in Val Vibrata non si saprebbe dove conferire e non sapremmo dove conferire in regione. La sospensione dell’autorizzazione a scaricare alla Cerratina è ininfluente alla risoluzione della problematica legata all’inquinamento”.

Fonte: abruzzoweb.it

Annunci